Agosto 2016: il rinnovo degli arredi del negozio di via Mascagni rappresenta simbolicamente “il passaggio del testimone” tra il vecchio e il nuovo.
Il vecchio inteso nel senso nobile della parola, custode di qualità, esperienza, professionalità e consolidato “mestiere”, il nuovo invece come proiezione al futuro, dove il punto vendita non rimane più racchiuso tra le mura dell’edificio che lo ospita ma, grazie alle nuove tecnologie di comunicazione e al supporto dei social, esce al di fuori di esse aggiungendo nuove potenzialità commerciali.

L’architettura del nuovo negozio è costituita da un ambiente luminoso, i cui espositori mettono in risalto la merce esposta con nuovi apparecchi dotati di sorgenti luminose esclusivamente a Led e quindi a basso consumo e sviluppo di calore. Le numerose vetrine e la loro dislocazione permettono ai clienti una visione totale di tutti i prodotti esposti, senza essere disturbati da fastidiose barriere.

Il fulcro del negozio è costituito da un insieme particolare di teche, la cui forte illuminazione ha il compito di attirare immediatamente l’attenzione di chi entra.

L’illuminazione ambientale è gradevole e soprattutto non infastidisce o disturba la visione dei preziosi, creando una sensazione di benessere nei confronti di chi sosta all’interno del negozio.

La scansione delle vetrine esterne, con un unico piano espositivo, rende la merce esposta particolarmente attraente, sia grazie alla forma proporzionata delle vetrate che alle loro dimensioni.

Ultimo accenno, ma certamente non per importanza, il laboratorio, dove si può ancora trovare un’immensa testimonianza dell’arte orafa e orologiaia, passaggio ideale, appunto, tra il “vecchio” e il “nuovo”.